Castelnuovo Berardenga | Appartementi

agriturismo-cinuzza

CHI SIAMO

" Situato a pochi chilometri da Siena, l’Agriturismo Cinuzza, ristrutturato e arredato secondo le antiche tradizioni toscane, è costituito da due appartamenti (uno dei quali abitato dai proprietari) molto confortevoli con pavimenti in cotto, soffitti a volta, soggiorno con camino, angolo lettura e completo di tutti i servizi. "

Disponibilità e prodotti tipici:


Qui potrete trovare una calorosa disponibilità nell’accoglienza, ma soprattutto degustare prodotti tipici (vino, olio) realizzati all’interno dell’azienda. In più potrete rilassarvi tra i meravigliosi paesaggi toscani, godere di un soggiorno ideale per chi ama la quiete e il benessere fisico (luoghi termali situati a pochi km di distanza).
È anche il punto ideale di partenza per raggiungere mete interessanti come Siena, Montepulciano, Montalcino, Pienza, San Gimignano e Volterra, oppure pievi e castelli del Chianti immersi nell’incomparabile peasaggio toscano.

agriturismo cinuzza

Ammessi animali

di piccola taglia

Wi-FI gratuita

in tutta la struttura

Lavanderia

in comune per tutti gli ospiti

Giardino arredato

con zone relax e barbecue

Appartamenti

Due appartamenti a piano terra adibiti a struttura ricettiva ed un appartamento privato al primo piano nel quale viviamo noi.

Itinerari consigliati

Agriturismo Cinuzza si trova a 3km da Castelnuovo Berardenga e a 18km da Siena. Le Terme di Rapolano distano 10 chilometri dalla struttura ricettiva. Nei pressi dell'agriturismo si trovano anche le Terme di Querciolaia e le Terme di San Giovanni.

  • I DINTORNI

    Castelnuovo Berardenga


    Castelnuovo Berardenga sorse al centro del vasto territorio della Berardenga, appartenuto fin dal X secolo ai discendenti di una dinastia di stirpe franca capeggiata dal conte Berardo. L’origine di Castelnuovo si deve però all’iniziativa di Siena, il cui Consiglio Generale, nel 1366, deliberò la costruzione di “Castel Nuovo”, in una posizione militarmente strategica ai confini del contado senese.Il paese risulta diviso in due parti, quella alta del Castello e quella bassa del Borgo verso Siena nella quale si trova una pubblica piazza e una strada più ampia. Lo sviluppo urbanistico si verificò a partire dalla seconda metà del settecento, per iniziativa soprattutto dei conti Chigi Saracini.

  • L'EROICA

    Eroica Ciclismo d'Epoca

    L' Associazione "Eroica Ciclismo d'Epoca" organizza "L'EROICA", cicloturismo su strade prevalentemente sterrate. Ripropone ambienti e scenografie del ciclismo anteguerra. Il tracciato de "L' Eroica" percorre alcune delle più belle strade della zona del Chianti senese, della Valdarbia e della Valdorcia; ma il clou è rappresentato da quei tratti di strade bianche ancora esistenti, che consentono di rivivere atmosfere di tempi passati. Il percorso "lungo" misura 205 km ed è interamente tracciato con segnaletica stradale, realizzata in collaborazione con la Provincia di Siena e l'Agenzia per il Turismo di Siena. Tale segnaletica consiste in cartelli di indicazione della direzione apposti agli incroci e di tabelle chilometriche che indicano il km progressivo e le distanze ai successivi centri abitati. La segnaletica consente anche di seguire il percorso medio da 135 km.

  • ARTE & NATURA

    Chianti senese

    Il Parco Sculture del Chianti offre ai propri visitatori un'esperienza molto particolare. In un incontaminato bosco di lecci e querce, nel cuore del Chianti senese, numerosi artisti di pregio internazionale, provenienti dai cinque continenti, hanno messo alla prova la propria creatività ed il proprio stile, realizzando imponenti sculture d'arte contemporanea. Ogni singola scultura è site-specific, nel senso che è stata proposta dall'artista dopo aver visitato il bosco. Questo fa in modo che il connubio fra le opere e gli alberi, i suoni, i colori, la luce e ogni altro elemento del bosco sia totale. Infatti qui l'opera dell'uomo non tende a prevaricare la natura, ma ad integrarla ed esaltarla. Il Parco Sculture del Chianti ha da poco aperto i suoi cancelli ai visitatori e già si propone come tappa imprescindibile per chiunque voglia assaporare il piacere di una passeggiata nella natura ed ammirare opere d'arte di grande fascino. È un'esperienza unica.

  • LA STORIA

    La Battaglia di Monteaperti

    Il toponimo di Monteaperti è ricordato fin dal 1023 quando risulta sede di un castello di proprietà dei Berardenghi situato nell’attuale Monteapertaccio, località posta a circa un chilometro di distanza. La notorietà del suo nome è legata alla famosa Battaglia combattuta nella pianura tra l’Arbia e il Malena. Il 4 settembre 1260 il colle fu teatro di un sanguinoso scontro tra la parte guelfa di Firenze, guidata da Bocca degli Abati, e la Siena ghibellina le cui truppe si erano unite a quelle di Manfredi di Svevia e ai fuoriusciti fiorentini guidati da Farinata degli Uberti. Le due città, da sempre in contrasto per la supremazia del territorio, si affrontarono sul campo di battaglia sulle rive del fiume Arbia. Tanto cruento fu lo scontro e numerosi i soldati rimasti uccisi da rimanere impresso nelle parole di Dante Alighieri nel celeberrimo canto dell'Inferno: «[...]Lo strazio e 'l grande scempio[...] che fece l'Arbia colorata in rosso,[...] tal orazion fa far nel nostro tempio.» (Canto X, 85) Ancora oggi, a ricordare la sanguinosa battaglia, sulla cima, da dove si gode un panorama superbo sulla valle dell'Arbia, un cippo è posto a memoria del drammatico eccidio.

    Contattaci per saperne di più

Dove siamo e contatti

Indirizzo
Via Cinuzza, 18
53019 Castelnuovo Berardenga
Siena - Toscana

Chiamateci contattateci tramite il form qui accanto,
risponderemo al più presto!

Aperti tutto l'anno!



Agriturismo Podere Cinuzza
Partita IVA 00907190524


Informazioni

Compila il form o scrivici a info@agriturismocinuzza.it

Privacy*
Dò il consenso al trattamento dei miei dati Leggi l'informativa
* Obbligatorio
Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione (vedi Policy);    -    Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookies OK